Written by  Piero Vallese 2015-03-06

Cos’è la Unified Communication e Collaboration?

(0 votes)

Prima di addentrarci nell'argomento, è utile comprendere quale sia il significato generalmente associato al termine.

Con il nome di Unified Communication si definisce un nuovo approccio alla comunicazione aziendale che prevede un utilizzo coordinato e ottimizzato di tutti i canali.

L’obiettivo finale è quello di aumentare la produttività delle persone, permettendo loro di comunicare in ogni modo e momento, indipendentemente da dove si trovino e dagli strumenti che hanno a disposizione. Inoltre La Unified communication offre la capacità di migliorare in maniera significativa il modo in cui individui, gruppi e aziende interagiscono e lavorano insieme. Un miglioramento in termini di interazione e di performance dipende dall’utilizzo della tecnologia. Quindi si tende ad suddividere nella UCC le tecnologie di comunicazione e di collaborazione:

Applicazioni di comunicazione: telefonia aziendale, dispositivi mobili, audio e video, messaggistica unificata, desktop call control.

Applicazioni di collaborazione: e-mail, calendari, IM e presence, Web conferencing, integrazioni con le directory aziendali.

Se la comunicazione unificata è la risposta, qual è la domanda?

Qual è la promessa della comunicazione unificata? Perché colossi, come Microsoft e IBM ne decantano lodi e virtù? La comunicazione unificata è considerata come potenzialmente in grado di risolvere problemi comuni a tutti i tipi di organizzazioni, dalle società multinazionali alle piccole imprese. Il primo di questi problemi è l’aumento della produttività, dato che le aziende sono costantemente spinte a ottenere più risultati con mezzi inferiori, per massimizzare ogni risorsa.

Diciamo che ci sono due livelli di vantaggi che si possono ottenere:

La micro-produttività fa riferimento alla possibilità degli utenti di risparmiare tempo nello svolgimento delle proprie mansioni, accedendo sia alle informazioni che alle persone in modo più flessibile e veloce. Queste funzionalità acquistano maggiore efficacia di pari passo con la diffusione dei dispositivi “multimodali” o dei dispositivi portatili (smart phone), mentre i chiamanti possono sfruttare la gestione della presence per determinare la disponibilità dei destinatari prima di sprecare tempo in tentativi di contatto a vuoto.

La macro-produttività si riferisce alla capacità di ottenere performance superiori da parte di tutti gli utenti coinvolti, come gruppo. In teoria, maggiore è il numero di persone coinvolte in un processo di business, maggiore è il livello di performance che rispecchia la macro-produttività.

Ne consegue quindi che il valore della comunicazione unificata per le aziende, in termini di miglioramento della produttività, dipenderà enormemente sia dal ruolo dei singoli utenti, che dal valore dei processi cui questi partecipano.

La comunicazione fa parte della collaborazione, ma la collaborazione coinvolge anche i processi e gli strumenti che permettono che il lavoro sia svolto collegialmente. Comunicazione e collaborazione esistono pure nel mondo social al di fuori del contesto di lavoro.

L'inclusione nel contesto di lavoro è un passo importante per gli strumenti di comunicazione sociale ed i vendor hanno già affrontato questo problema per collegare lo strumento social al software enterprise.

Secondo un parere condiviso, vi é un buon argomento che riguarda la trasformazione in atto prodotta dal social business: si tratta di usare un nuovo ed efficace modo di comunicare.

In realtà il fenomeno social è uno dei passi fondamentali che accompagnano la vita di Internet.

Senza dimenticare il mobile, perchè smatphone e tablet possono rappresentare il miglior veicolo per guidare un approccio integrato UCC, in quanto rendono più facile usare molti strumenti in tempo reale, sempre a portata di mano.

L’utente al centro della  UCC

Comprendere quali tecnologie siano parte della comunicazione unificata, pur essendo una componente necessaria di valutazione dell’utilità specifica all’interno di un’azienda, non è tuttavia sufficiente. Gartner (e altri) sottolineano che la valenza della comunicazione unificata consiste nell’offrire un metodo per integrare funzioni di comunicazione direttamente alle applicazioni di business. In pratica la comunicazione unificata rappresenta la convergenza tra le applicazioni IT aziendali e le soluzioni di comunicazione, inclusi i sistemi di messaggistica unificata, di collaboration e di interazione, ma soprattutto fornisce gli strumenti di comunicazione in tempo reale, sincroni e asincroni. Cercheremo di esaminare le possibilità offerte dalla comunicazione unificata, e il valore che quest’ultima potrebbe apportare al business.

Volendo riassumere la comunicazione unificata in uno spot, potremmo dire che adesso “l’utente è messo al centro del sistema e la comunicazione ruota attorno a lui”.

 

Siamo giunti al termine di questo lungo e spero interessante articolo; arrisentirci al prossimo capitolo: i componenti principali nell’UCC.

 

socialshare

share on facebook share on linkedin share on pinterest share on youtube share on twitter share on tumblr share on soceity6